La pandemia del coronavirus sarà uno scossone alle Fondazioni ex bancarie, e accelererà la loro ristrutturazione.

Il focus iniziale è sul sostegno alle 350mila associazioni e 12mila cooperative del terzo settore che “fanno” il welfare nazionale: e rischiano più delle imprese di soffocare nell’emergenza, essendo in larga parte ‘non bancabili’.

Leggi l’articolo